Approfondiamo gli effetti antiage della dieta vegetariana

Alla base di una dieta vegetariana antiage ci sono alimenti ricchi di antiossidanti, sostanze dalle proprietà benefiche, che aiutano a contrastare l’azione dei radicali liberi e combattere lo stress ossidativo che è all’origine dell’invecchiamento cellulare.

Al di là dell’aspetto etico, eliminare dall’alimentazione la carne, i prodotti della pesca e gli alimenti ricavati dalla trasformazione industriale degli stessi è una scelta assolutamente vantaggiosa, che aiuta a migliorare lo stato di salute generale. Oltre a contrastare l’invecchiamento, infatti, eliminare carne e pesce e ridurre il consumo di cibi derivati dagli animali riduce sensibilmente il rischio di insorgenza di malattie vascolari, ipertensione, diabete, ipertrigliceridemia, colesterolo e molte forme di cancro.

Vediamo quali sono gli alimenti da prediligere in una dieta vegetariana antiage.

Frutta, verdura e legumi

Tra gli alimenti dal minor apporto calorico, frutta, verdura e legumi rappresentano il pilastro della dieta vegetariana anti aging. Preziose fonti di vitamine, sali minerali e antiossidanti, due porzioni di frutta e verdura di stagione dovrebbero diventare parte integrante del regime alimentare quotidiano. I legumi, ricchi di fibre e proteine vegetali, producono un effetto saziante che aiuta a ridurre l’appetito.

Si consiglia di prediligere il consumo di:

  • frutta fresca e verdura di stagione, in grado di garantire un elevato apporto di antiossidanti e micronutrienti;
  • verdura a crudo, senza cottura;
  • frutta intera invece di frullati e centrifugati; 
  • vegetali dai colori intensi, come ad esempio frutti rossi, uva nera, carote, melagrana, spinaci, zucca e pomodori, i più ricchi di antiossidanti.

Via libera ad asparagi, cetrioli, sedano, cavolfiore, porri, finocchi, broccoli, patate, barbabietole e cavolo verde cotto a vapore, molto nutrienti e dal basso contenuto calorico.

La dieta vegetariana antiage non prevede il consumo di:

  • frutta sciroppata e candita; 
  • marmellate; 
  • confetture; 
  • puree di frutta; 
  • succhi di frutta industriali; 
  • soft drink; 
  • bevande zuccherate a base di succo di frutta. 

Il consumo di frutta particolarmente ricca di zucchero, come le banane e i cachi maturi, è adatto a chi pratica sport o svolge attività fisicamente impegnative. 

Cereali integrali

In un regime vegetariano anti aging, i cereali integrali, non raffinati, dovrebbero essere consumati nel 50% dei pasti. Via libera a: 

  • farro;
  • orzo;
  • avena; 
  • quinoa; 
  • miglio; 
  • sorgo; 
  • frumento; 
  • riso perlato.

Si consiglia di ridurre o evitare del tutto il consumo di alimenti prodotti con farine raffinate, altamente acidificanti. No, quindi, a junk food, snack dolci e salati, focacce, pizze surgelate e prodotti dolciari.

Funghi 

I funghi sono alimenti anti aging per eccellenza, grazie all’alto contenuto di due preziosi antiossidanti – il glutatione e l’ergotioneina – in grado di contrastare il processo di invecchiamento.