Avvocato Pitorri: abbracciamo le politiche di integrazione in Italia

Una definizione delle politiche di integrazione con l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri, a detta di molti il miglior avvocato immigrazionista in Italia

Le politiche di integrazione sociale rappresentano quel complesso di attività ed iniziative che intendono incoraggiare il reale inserimento del cittadino straniero all’interno del contesto di arrivo. Le politiche di integrazione sociale sono promosse e sostenute economicamente dalla Direzione Generale dell’Immigrazione delle Politiche dell’Integrazione. 

L’accordo di Programma tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Unioncamere

Sono molte le attività in corso messe in campo per favorire l’integrazione sociale dei migranti in Italia. Tra le più rilevanti possiamo ricordare: Accordo di programma tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e UNIONCAMERE “per sostenere lo sviluppo e il consolidamento dell’imprenditoria migrante, al fine di favorire una crescita inclusiva anche in termini di opportunità di creazione di nuova occupazione per cittadini stranieri o italiani”. Questo progetto è dedicato principalmente ai migranti e alle seconde generazioni, che sentono il desiderio di intraprendere un’attività imprenditoriale e di “autoimpiego”.

IMPACT e PRIMA

IMPACT (Integrazione dei Migranti con Politiche e Azioni Coprogettate sul Territorio), dedicato principalmente alle Regioni e alle Province Autonome, per il rafforzamento dei Piani di intervento regionali per favorire l’inserimento dei cittadini stranieri; PRIMA (Progetto per l’Integrazione lavorativa dei MigrAnti), le cui iniziative si declinano attraverso nove diversi percorsi: semplificazione dell’accesso al servizio; legittimazione delle competenze; rafforzamento della governance multilivello; “la promozione della tracciabilità delle politiche/azioni POR FSE”; attivazione e promozione di iniziative dedicate; rafforzamento dei percorsi di sensibilizzazione; azioni innovative in settori emergenti; la messa a punto di una serie modelli e metodi con risorse regionali e comunitarie; l’accreditamento dei titoli conseguiti nei Paesi di origine. 

I progetti e le iniziative concluse:

Inoltre, molte sono state le iniziative concluse e portate a termine nel tempo sempre dedicate alle politiche di integrazione sociale dei migranti in Italia. I progetti più importanti sono stati: “Accordo di programma tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e ISTAT”; “Avviso Multiazione”; “PERCORSI – Percorsi di integrazione socio-lavorativa per minori non accompagnati e giovani migranti”; INSIDE – INSerimento Integrazione NordSuD inclusionE”; “Piani di Intervento Regionali”; “Accordo di Programma tra il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e il CONI per la realizzazione di attività finalizzate a favorire l’integrazione dei cittadini migranti attraverso lo sport e a contrastare le forme di discriminazione e intolleranza”; “GIOVANI 2G – Una nuova generazione di opportunità”; “IN.CO.NT.RO – INcontri COmunità migranti iNTegrazione lavoRO”; “MALAIKA – Autonomia delle giovani donne migranti”.